La nostra azienda

La storia delle Terrecotte Lotti nasce da molto lontano, già nonno Ezio lavorava l’argilla per produrre pentole da fuoco, e il figlio Fosco, nato nel 1926, già da bambino imparava il mestiere usando le “mani nude”.

Fosco all’età di 12 anni era dipendente di un’azienda, in Colle di Val d’Elsa, la sua mansione era quella del “modellista, cioè di colui che, interpretando i gusti dei propri clienti, creava le forme da cui si creavano gli stampi per la produzione in serie.

Nel 1955 sposa Fidelia, conosciuta presso l’azienda e nel 1956 decidono di andare via per fondare, con altri due soci, la Ceramica Toscana, azienda che fa parlare molto di se per la qualità dei manufatti.

Fosco comunque non si sente sazio della propria professione e nel 1964, in aperta campagna, presso la località Carpiglioni, insieme ai fratelli Vivetta e Danton Ferri, fonda la Te.Co. (acronimo di Terre Cotte).

Intanto il figlio di Fosco, Paolo, intraprende una propria ditta individuale (1979), la Lotti Paolo Terrecotte e nel 1982 apre un’importante punto vendita a San Gimignano, presso la località Fosci: questo momento rappresenta la svolta: nel 1985 Fosco abbandona la società e crea con il figlio la Lotti Paolo  C. S.n.c.

 Logo_png2.png

 

Nel 1956 coda lui nascevano le forme nel 1999, anno in cui Fosco Lotti decide di intraprendere una nuova attività e, quindi, di fondare un’attività propria per la produzione delle pentole in terracotta, coadiuvato dalla moglie Pinca Palla.

La prima azienda è una ditta individuale, denominata Lotti Fosco

Sono anni molto difficili, in cui bisogna “lavorare due giorni in uno, uno per te stesso e l’altro per pagare i debiti iniziali dell’azienda”